Decorazioni, Pasticcerie, Pagliacci, FotoVideo, Cantanti, Asilo NIdoRistoranti, Bar, GelateriaAvvocati, Dentisti, Medici, Caf, Informatici, tecnici, professionistiEstetica, Parrucchieri, Cosmetici, Nutrizione, BenessereAlimentari, Vestiti- Scarpe, ArtigianatoTours, Biglietteria, Corriere, MutuiRistrutturazioni, Idraulici, Elettricisti, ImbianchiniConsolati e AmbasciateApri la mappa

Locales

Bollo auto, chi non paga non potrà più circolare

Bollo auto, chi non paga non potrà più circolare

17 Mayo.- Dal 1° gennaio 2018 gli evasori del bollo auto avranno vita dura. Gli uffici competenti del Dipartimento dei Trasporti e le imprese autorizzate, prima di effettuare la revisione dei veicoli, “devono verificare l’avvenuto pagamento, dell’anno in corso e degli anni precedenti, della tassa di proprietà, della tassa di circolazione e della situazione di fermo amministrativo”. (Lo prevede un emendamento del Pd, primo firmatario Francesco Ribaudo, al decreto legge di correzione dei conti pubblici)

Il testo dell’emendamento aggiunge inoltre che “nel caso che la verifica dia esito negativo… non è possibile procedere con la revisione del veicolo ed il suo proprietario è obbligato ad effettuare i pagamenti mancanti e presentare una nuova richiesta di revisione per poter circolare”.

Un bello schiaffo a tutti gli automobilisti che invece da troppi anni attendevano un’abolizione di questa tassa sentita sempre più come inutile. Del resto il bollo auto fa incassare alle Regioni 5,9 miliardi di euro circa ogni anno, contando anche le more dovute ai pagamenti ritardati e alle multe per il bollo non pagato. Difficile rinunciare ad una simile liquidità. In caso di abolizione verrebbero certamente innalzate tasse già esistenti o introdotte delle nuove. Intanto in Lombardia ci stanno provando ed entro la fine dell’anno potremo saperne di più.

http://www.tuttomotoriweb.com